Filosofia e Distillazione
Nelle foto sopra alcuni momenti della storia della distilleria, Il Maestro Gioacchino Nannoni e Luigi Veronelli, Priscilla Occhipinti festeggia 40 anni della distilleria con le sue socie Rossana Rosini e Morena Orlandini.

Cercando un modo piacevole per riempire le pause che la distillazione impone, ho deciso di aprire gli scatoloni dell'archivio della distilleria, dove dal 1973 ad oggi è conservato ogni documento.

 Emozionante percorrere a ritroso le tappe dei mieiormai venti anni da Maestro distillatore ed  andare ancora più indietronel tempo, a quando ho iniziato a frequentare la distilleria, ed ancora di più fino ai primi disegni dell'impianto, che un Gioacchino Nannoni ancora non conosciuto ha presentato oltre45 anni or sono all'allora Ufficio Tecnico di Finanza, ottenendo la "Licenza di distillazione n.1 Li".

 La distilleria Nannoni infatti, al contrario delle più antiche dinastie di distillatori, è nata dalla felice intuizione di Gioacchino che dette origine alla “grappa di fattoria”, ovvero un nuovo rapporto fra la distilleria ed i vignaioli; ad ogni azienda veniva riconsegnata la grappa ottenuta esclusivamente dalle proprie vinacce fresche, immediatamente distillate. Questo in una regione dove non c'era ancora cultura e cura   delle vinacce. E la distilleria ha continuato a vivere non grazie ad un succedersi generazionale, ma per "elezione": quello che poi sarebbe diventato il mio Maestro, ha individuato in me, allora liceale, il suo discepolo. Così siamo passati, senza soluzioni di continuità, dal fondatore, Maestro Distillatore Gioacchino Nannoni a Priscilla Occhipinti, dal "mago tra gli alambicchi", alla "Granduchessa della Toscana Superalcolica". E nelle campagne di Paganico dai primi anni ‘70 si è tramandata l’arte del “bere sano”.

Il mantenimento dei princìpi fondamentali, quali la lavorazione rigorosamente artigianale solo di materie prime eccellenti ed ilcostante progresso e soddisfazione nei risultati, continuano ad invogliare i vitivinicoltori a curare e selezionare le partite di vinaccia, premiandoli con distillati unici, perpetuando così oltre al successo di mercato dei loro prodotti la fama nel mondo della nostra distilleria.

I miei distillati oggi sono presenti nei locali ed enoteche più rinomati, dal Giappone all’America, dalle Hawaii alla Corea, dalla Cina a Capo Nord; i clienti sono quelle prestigiose aziende che rappresentanoil non solo il buon bere del nostro Paese,ma il made in Italy nel mondo.

Looking for a pleasant way to fill the breaks that distillation requires, I decided to open the boxes of the distillery archive, where from 1973 to today every document is kept.

 Exciting to go backwards the steps of my twenty years as a master distiller and even further back in time, when I began to attend the distillery, and even more until the first drawings of the plant, that Gioacchino Nannoni presented over 45 years ago to the Technical Finance Office, obtaining the "Distillation License No. 1 Li".

Nannoni distillery, in fact, unlike the oldest distillation dynasties, was born from the happy intuition of Gioacchino who gave rise to the "grappa di fattoria", a new relationship between the distillery and the winemakers; each company was given the grappa obtained exclusively from its fresh pomace, immediately distilled. This in a region where there was not yet culture and care of the marc. And the distillery has continued to live not thanks to a generational succession, but by "election". My Master has identified in me his disciple. So, from the founder, Master Distillatore Gioacchino Nannoni to Priscilla Occhipinti, from the "magician among the stills", to the "Granduchess of Tuscany Superalcoholic". And in the Paganico countryside since the early '70s the art of "healthy drinking" has been handed down.

Maintaining the fundamental principles, such as the strictly handcrafted processing of only excellent raw materials and the constant progress and satisfaction in the results, continue to encourage winemakers to treat and select the lots of pomace, rewarding them with unique distillates, thus perpetuating the success of market of their products the fame in the world of our distillery.

My distillates today are present in the most renowned places and wine shops, from Japan to America, from Hawaii to Korea, from China to North Cape; the customers are those prestigious companies that represent not only the good drink of our country, but the made in Italy in the world.

.

NANNONI GRAPPE. SPIRITO ECCELSO PER ECCELSI SPIRITI
Seguici e Scopri il nostro Mondo